Articoli

Salesiani cooperatori

SALESIANI COOPERATORI

 

LA STORIA

La nascita dei Cooperatori Salesiani risale al 1841, alle origini stesse del progetto apostolico di don Bosco a favore dei ragazzi poveri e abbandonati della città di Torino, che raccoglieva negli oratori. Don Bosco si rese conto del crescente bisogno di cooperatori, sia sacerdoti, ma soprattutto laici, legati alla missione salesiana, che lo affiancassero nelle sua attività, da qui la necessità di unirli in un’associazione per dare maggior forza alla loro azione.

Dapprima, don Bosco li concepì come Salesiani esterni della Congregazione di San Francesco di Sales, come la sua longa manus nel mondo, fissandone la configurazione giuridica in alcuni articoli delle Costituzioni. Ma, di fronte al rifiuto della Santa Sede, secondo il consiglio di Pio IX decise, tra il 1874 ed il 1876, di organizzarli nella Pia Unione dei Cooperatori Salesiani (l’attuale ACS) con un proprio Regolamento, approvato dal Pontefice nel 1876.

In poco tempo il numero degli associati crebbe rapidamente dapprima in Italia, Francia e Spagna, poi in tutte le altre aree del mondo spesso anticipando gli stessi salesiani nell'estendere il loro raggio di espansione.

Così accanto alla donna illustre ed al nobile gentiluomo stava l'umile operaio e la povera donna del popolo, tutti uniti in un medesimo intento di concorrere, ciascuno secondo le proprie possibilità, alla salvezza delle anime e soprattutto alla cristiana educazione della gioventù, attraverso la nascita e lo sviluppo di laboratori di arti e mestieri, società di mutuo soccorso, colonie agricole, tipografie, scuole diurne e serali, oratori, ospizi, missioni e orfanotrofi. Nel 1895 si ebbe il 1° Congresso internazionale dei Cooperatori, a testimonianza della loro azione, ispirata a ideali di libertà, giustizia e fraternità.

 

IDENTITÀ

Dal Regolamento di Vita Apostolica redatto nel 1986, il cooperatore salesiano:

  • risponde alla vocazione salesiana, impegnandosi a vivere il Vangelo e partecipare alla missione della Chiesa, che è aperta a qualsiasi condizione culturale e sociale;
  • è un vero salesiano nel mondo, che vive la sua fede ispirandosi al progetto apostolico di Don Bosco, nella stessa missione giovanile e popolare, in forma fraterna e associata:
  • realizza il suo apostolato negli impegni quotidiani, in famiglia, nel matrimonio, nell'ambiente di lavoro e nella realtà sociale;
  • attraverso l'impegno apostolico mira alla propria santità. L'Associazione dei Cooperatori conta non pochi soci avviati agli onori degli altari, tra i quali Mamma Margherita e Attilio Giordani.

 

CAMPI D'AZIONE

Ai salesiani cooperatori sono aperte tutte le forme di apostolato:

  1. collaborare in centri educativi e scolastici;
  2. promuovere la famiglia;
  3. sostenere ed illuminare evangelicamente i ceti popolari;
  4. animare gruppi e movimenti giovanili;
  5. fare catechesi e formazione cristiana;
  6. cooperare alla pastorale vocazionale;
  7. impegnarsi nella comunicazione sociale;
  8. cooperare con le missioni;
  9. promuovere la propria Associazione ed il Carisma salesiano.

 

STRUTTURA

L’unità di base dell’ACS è il centro, che raggruppa i Cooperatori che operano in un determinato territorio e costituisce la cellula vitale dell’Associazione, il luogo dove avviene lo scambio formativo e operativo. La vita e l’attività del centro sono regolate e animate dal Consiglio locale. I centri sono raggruppati a livello provinciale, si appoggiano all’Ispettoria (“Provincia”) dei Salesiani, e sono animati dal Consiglio ispettoriale. La Nazione o Regione, che assicura il contatto e la comunione tra le varie realtà ispettoriali, è una struttura che nasce come Conferenza nazionale nei Paesi che registrano un alto numero di Cooperatori (Italia, Spagna, Polonia e Argentina) e, come Conferenza regionale, in Paesi quali l’India e il Brasile. La Consulta mondiale, costituita da tanti membri eletti quante sono le Regioni della Congregazione salesiana e da cinque membri nominati dal Rettore Maggiore, ha la funzione di animare l’intera Associazione e di coordinare le iniziative formative e apostoliche, sotto la guida dello stesso Rettore Maggiore dei Salesiani.
Oggi, l'Associzione conta circa 30.000 membri ed è presente in 58 Paesi così distribuiti: Africa (6), Asia (8), Europa (18), Nordamerica (13), Oceania (2), Sudamerica (11).

 

Sede Centrale

Associazione Cooperatori Salesiani
Via della Pisana, 1111 - 00163 Roma
Tel. [+39]06.65612636 - Fax 06.65612556
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sede Regionale

Associazione Salesiani Cooperatori - MILANO
Sede Ispettoriale
Via Copernico, 9
20125 MILANO
Sito internet:
www.salesiani-ile.it     www.mgslombardiaemilia.it

Responsabile cooperatori Don Enrico Mozzanica

 

Regolamento vita apostolica Salesiani Cooperatori 

 

 

 

 

IMA Castellanza 2013 tutti i diritti riservati  | Via C. Ferrari, 7 21053 Castellanza VA

Tel 0331/50681 Fax 0331/506864 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PI 00597820125

PRIVACY